Le aree di diagnosi addominale del Nan Jing

Le aree di diagnosi addominale del Nan Jing

Aree diagnosi addominale del NanJiing
Il Nanjing o classico delle 81 difficoltà uno dei testi di riferimento della MTC (redatto probabilmente durante la dinastia Han Orientale tra il 25 ed il 221 d.C. ma attribuito dalla tradizione a Bian Que, vissuto molti secoli prima), è il primo testo storico che individua, basandosi sulla teoria dei cinque movimenti, delle aree di diagnosi addominale legate ai vari Zangfu. La terra è al centro tutto intorno all’ombelico, il fuoco in alto, l’acqua in basso, il legno a sinistra ed il metallo a destra (vedi immagine). Da questa base è possibile estrapolare il sistema delle corrispondenze dei cinque movimenti e ad ogni zona possiamo associare una direzione, una stagione, un elemento, un Organo,
abbiamo :
– in alto, sud, estate, fuoco, Cuore,
– intorno all’ombelico il centro, tarda estate/interstagione, terra, Milza,
– in basso, nord, inverno, acqua, Reni
– a sinistra dell’ombelico, est, primavera,vento, Fegato
– a destra dell’ombelico, ovest, autunno, metallo, Polmone.
Questa mappa addominale collegata al sistema delle corrispondenze ci permette di interpretare e valutare ogni sintomo rilevato
in base al luogo ed al modo in cui si manifesta. Il fatto di interessare una particolare zona può infatti indicarci il coinvolgimento di un organo specifico ma Fig. E – aree diagnosi addominale può anche darci, se consideriamo ad esempio del Nanjing la prospettiva stagionale, indicazioni sull’origine ed evoluzione della malattia.
Sappiamo ad esempio che l’elemento Acqua, associato alla stagione inverno, rappresenta l’origine della vita ma anche ciò a cui tutto fa ritorno; un segno rilevato con l’esame tattile in questa zona potrà rappresentare quindi i sintomi iniziali di una malattia ma potrebbe rappresentare anche il suo stadio finale.
L’area legno rappresenta la primavera, questa stagione rappresenta i primi stadi di una malattia, segni rilevati in questa area saranno indice di una disarmonia acuta temporanea o di una malattia che si sta sviluppando. Così anche le altre zone, stagioni, saranno rappresentative di possibili scenari di evoluzione della malattia che ad ogni stadio diventa più fisica e più concreta.