Organi e Visceri (Zang Fu) in Medicina Tradizionale Cinese

Organi e Visceri (Zang Fu) in Medicina Tradizionale Cinese
Organi e Visceri (Zang Fu) in Medicina Tradizionale Cinese

Organi e Visceri (Zang Fu) in Medicina Tradizionale Cinese

Quando si parla di Organi e Visceri (Zang Fu) in Medicina Tradizionale Cinese non ci si riferisce a strutture anatomiche nel senso occidentale, ma a entità funzionali, logge energetiche, orbite di influenza e sfere di attività che integrano aspetti funzionali, materiali e mentali.
Al capitolo undici dello Huangdi Neijing Suwen troviamo la seguente descrizione:
“Lo stomaco, il grosso intestino, l’intestino tenue, il triplice riscaldatore e la vescica, questi Cinque sono prodotti dai soffi del Cielo; i loro soffi rimandano all’immagine del Cielo; ecco perché fanno scorrere verso l’esterno e non tesaurizzano;
loro ricevono i soffi torbidi dei Cinque zang ;
il loro nome è : fu per le trasmissioni e le trasformazioni.
Non possono conservare a lungo senza trasmettere, per far scorrere infine verso l’esterno….
Così i Cinque zang sono quelli che tesaurizzano le essenze/soffi senza lasciarli scorrere verso l’esterno.
Ecco perché sono detti pieni della pienezza man e la pienezza shi non conviene loro.
Mentre i Sei fu, che trasmettono e trasformano senza mai tesaurizzare, sono pieni della pienezza shi e la pienezza man non conviene loro…”
Da questo passo risulta evidente il legame che esiste tra Organi, Visceri e sostanze fondamentali.
Il sistema degli Zangfu assorbe, trasforma e produce le Sostanze fondamentali (qi, jing, xue, jin ye) e queste ultime presiedono al corretto funzionamento degli Zangfu.
Gli organi(Zang) sono 5 :
– Rene (shen)
– Fegato (gan)
– Cuore (xin)
– Milza (pi)
– Polmone (fei)
a questi si aggiunge una funzione chiamata Ministro del Cuore (xinpao).
I Visceri (Fu) sono 6:
– Stomaco (Wei)
– Intestino tenue (Xiaochang)
– Grosso Intestino (Dachang)
– Vescica (Pangguang)
– Vescica Biliare (Dan)
– Triplice riscaldatore (Sanjiao)

Gli Organi sono yin, pieni, interni, mentre i Visceri sono yang vuoti e capaci di comunicare con l’esterno (ad eccezione della Vescica Biliare).
Gli organi fabbricano e immagazzinano le Sostanze essenziali. Sono pieni e non possono essere svuotati, pena l’insorgenza di una malattia.
I visceri hanno come principale funzione quella di far passare i cibi, digerirli ed elaborarli.
Secondo il rapporto yin/yang i vari Organi e Visceri risultano così accoppiati :
– Fegato e Vescica Biliare (movimento legno)
– Rene e Vescica (movimento acqua)
– Milza e Stomaco (movimento terra)
– Polmone e Grosso Intestino (movimento metallo)
– Cuore e Intestino Tenue (movimento fuoco)
– Ministro del Cuore e Triplice Riscaldatore (movimento fuoco)

Questa associazione ci porta verso il sistema di corrispondenze dei cinque elementi o cinque fasi (wuxing) (vedi tab. 6.1 capitolo 6) in cui i cinque Organi vengono analogicamente messi in relazione con i punti cardinali, le stagioni, le energie climatiche, i tessuti e gli annessi, le parti del corpo, gli organi di senso, le emozioni, i movimenti energetici (wuyun).
A proposito dei movimenti energetici c’è da dire che l’acqua controlla il movimento di discesa verso il basso, il legno controlla il risveglio e
l’esteriorizzazione, il fuoco il movimento di salita verso l’alto, la terra il movimento in tutte le direzioni in quanto rappresenta il centro e sostiene tutti i passaggi, il metallo controlla il movimento di condensazione verso l’interno.
Secondo questa prospettiva, strutture e funzioni dell’organismo sono viste come parte di un sistema dinamico in continua evoluzione alla ricerca del suo equilibrio.
Vediamo quindi che ogni aspetto della fisiologia degli Zangfu ha una sua giustificazione: ogni Organo e Viscere è collocato in una particolare sede, ha una naturale estensione, rappresentata dal Meridiano Principale di riferimento, per diffondere la propria energia, risponde a particolari risonanze esterne, determina particolari stati emotivi, manifesta esternamente la sua condizione in particolari zone del corpo che, come vedremo, possono essere usate ai fini diagnostici; interagisce con gli altri componenti del sistema seguendo fisiologicamente le leggi di generazione e di controllo.